Per fermare l'aumento dei casi di tumore al pancreas bisogna evitare l'accumulo dei chili di troppo in bambini e ragazzi perché l’obesità è un fattore di rischio

L'aumento dei casi di tumore al pancreas registrati dall’inizio del nuovo millennio potrebbe dipendere da due fattori: l’obesità, in crescita a livello globale tanto da essere definita dall’Organizzazione mondiale della sanità “uno dei maggiori problemi di salute pubblica al mondo”, e dalla giovane età.

Giovani obesi rischiano di più

A sostenerlo è uno studio presentato all’ultimo congresso dell’American Association for Cancer Research di Atlanta (Stati Uniti), da cui emerge che se l’obesità è uno dei fattori di rischio per diversi tipi di tumore tra cui quello al pancreas, per questa neoplasia il rischio, a parità di chili di troppo accumulati, aumenta allo scendere dell’età. E così chi è obeso e ha meno di 50 anni corre un pericolo maggiore di sviluppare questo tumore rispetto a chi accumula chili extra in età più avanzata.

Attenzione anche al fumo

Eric Jacobs dell’American Cancer Society, autore dello studio, spiega che l’incidenza del tumore al pancreas è in ascesa dai primi anni 2000: “Siamo rimasti interdetti da questo aumento dal momento che il fumo di sigaretta, tra i principali fattori di rischio di questa neoplasia, è in diminuzione. L’aumento di peso nella popolazione americana è un probabile fattore sospetto, ma studi precedenti hanno indicato che questo è associato a un incremento del rischio relativamente contenuto e non tale da spiegare i recenti aumenti dell’incidenza”. Da qui lo spunto per indagare un’altra variabile che mettesse in collegamento l’obesità con il rischio di tumore al pancreas: l’età.

L’indice di massa corporea

Lo studio ha coinvolto quasi un milione di persone (i dati analizzati si riferiscono a 963.317 adulti) dal 1982 al 2014, di cui è stato calcolato l’indice di massa corporea, indicatore dello stato di peso-forma di un individuo che si calcola mettendo in rapporto il peso e il quadrato dell’altezza espressa in metri.

Il rischio cresce al diminuire dell’età

Dai dati raccolti i ricercatori hanno potuto constatare che, a parità di livello di obesità, tanto più giovani erano le persone tanto maggiore era per loro il rischio di sviluppare questo tumore. In particolare dallo studio è emerso che nei soggetti obesi di età compresa tra i 30 e i 49 anni il rischio di ammalarsi di tumore al pancreas risultava aumentato del 25%, nella fascia 50-59 anni del 19%, fra 60 e 69 anni del 14% e nella fascia 70-89 anni del 13%.

Da sapere!
Per fermare l’incidenza del tumore al pancreas sarà necessario prevenire in maniera più decisa l’obesità nei bambini e nei giovani adulti.

Fonte: https://www.bimbisaniebelli.it Articolo a cura di: Miriam Cesta

©2018 Oltre La Ricerca. All Rights Reserved.