Oltre-la-Ricerca-logo

Al CeRMS di Torino si aprono nuove prospettive per l’uso di anticorpi monoclonali contro il “killer silenzioso”.

I ricercatori del Centro di Ricerche in Medicina Sperimentale (CeRMS) della Città della Salute di Torino e del Dipartimento di Biotecnologie Molecolari e Scienze per la Salute dell’Università di Torino hanno scoperto un nuovo target per la terapia mirata del tumore del pancreas. Il tumore del pancreas, noto anche come “killer silenzioso”, diventa sintomatico spesso a stadi già molto avanzati della malattia. Questo anche perché è avvolto da un “microambiente” protettivo costituito da una fitta rete di fibroblasti, che impediscono al nostro sistema immunitario di attaccarlo. Ora, i ricercatori di Torino hanno trovato un modo per aprire un varco in questo scudo protettivo. Partendo da modelli animali predestinati a sviluppare il tumore del pancreas, sono riusciti a dimostrare che in mancanza di una particolare citochina infiammatoria (IL-17A), questo microambiente diventa improvvisamente facilmente attaccabile. Lo studio, pubblicato sulla prestigiosa rivista “Proceedings of the National Academy of Sciences of the USA” e frutto di una collaborazione internazionale con la “Czech Academy of Sciences” di Praga e il “Campbell Family Institute for Breast Cancer Research” di Toronto”, apre nuove prospettive nella la terapia mirata contro questo tumore. Lo spiega la prof.ssa Cappello, uno dei coordinatori dello studio, intervistata dalla Regione Piemonte: “seppure siano necessari ulteriori studi per approfondire il ruolo di questa interleuchina nella risposta anti-tumorale nell’ambito del tumore pancreatico, la grande notizia è che anticorpi antiinterleuchina 17A vengono già utilizzati nella pratica clinica per limitare i danni di alcune malattie autoimmunitarie e quindi potrebbero essere combinati con altre strategie per colpire il tumore del pancreas da più parti e rendere più efficienti i diversi trattamenti”.

Fonte: https://www.panoramasanita.it/

Carissimi Soci e Amici,

Giovedì 18 Febbraio ore 20.00  in live streaming sulle pagine Facebook di:

Si parlerà di FAMILIARITÀ, uno dei temi che ha suscitato maggior interesse nell'ambito dell'ultima edizione della Giornata Mondiale sul Tumore al Pancreas.

Circa il 10% dei pazienti con cancro del pancreas riporta uno o più parenti affetti da questa patologia.

Identificare i segni precoci della malattia e individuare le persone che potrebbero essere più a rischio è uno degli obiettivi principali della ricerca sul cancro del pancreas.

Ne parleremo con il DOTT. SALVATORE PAIELLA, Chirurgo presso la Chirurgia del Pancreas, Ospedale Borgo Roma, Verona.

Il Dott. Paiella è parte attiva dell’AISP (Associazione Italiana Studio Pancreas, http://www.aisponline.it/), dove si occupa appunto del Registro Italiano del Cancro Familiare.

Verrà illustrata anche l'app iRISK, facile da utilizzare e disponibile gratuitamente, che può aiutare nella valutazione del rischio di sviluppare un tumore al pancreas.

Per saperne di più: http://www.aisponline.it/index.php?page=1296&lang=ITA
Invitiamo le famiglie a partecipare e fare domande in diretta al Dott. Paiella.

Per chi non avesse avuto la possibilità di seguire la diretta Facebook o per chi volesse rivedere questo e tutti gli altri video webinar, i contenuti sono visibili sul nostro canale YouTube Oltre la Ricerca

©2018 Oltre La Ricerca. All Rights Reserved.